Villa Garovaglio – Ricci

Centro italo-tedesco per il dialogo europeo a Menaggio (CO)

Committente: Repubblica Federale di Germania – Ministero Federale per l’Istruzione e la Ricerca, tramite l’Ufficio Federale per l’Edilizia e la Pianificazione Territoriale

Il complesso monumentale di Villa Garovaglio, costruito in origine come filanda nel XVII secolo, venne acquistato e trasformato in villa dall’archeologo Alfonso Garovaglio negli anni Sessanta dell’Ottocento. La villa divenne la sede delle sue raccolte archeologiche. A testimonianza di quel periodo rimane la cosiddetta “Sala Egizia” al piano nobile dell’edificio.

Oggi Villa Garovaglio, legata funzionalmente alla vicina Villa Vigoni, è anch’essa sede dell’Associazione Culturale Villa Vigoni, che ha come missione la costruzione e il rafforzamento del dialogo tra i Italia e Germania nei campi delle scienze, della politica e della cultura. Il compendio, sottoposto a vincolo monumentale diretto, è costituito da due ville principali (Villa Garovaglio – Ricci e Villa Mylius – Vigoni) e numerosi fabbricati minori annessi.

Il complesso intervento di restauro conservativo ha interessato le facciate, i solai e le coperture, con particolare attenzione al consolidamento e risanamento delle strutture lignee originali, al miglioramanto delle prestazioni antincendio e di isolamento termico, oltre che alla completa revisione e adeguamento tecnologico degli impianti speciali.

Progettista generale:

Krekeler Architekten Generalplaner

Progetto e Direzione Lavori:

arch. Piero Mazzoli

arch. francesco Veronelli

Fotografie:

AFV – ALEPH FotoVideo srls

di Ugo Ambroggio e Gabriele Rovelli